Stampa

Cat Sport a Firenze

Scritto da Milena Cappa. Posted in Raccontandoci ...

Questo articolo è stato letto: 1173 volte
Valutazione attuale:  / 0

Una bellissima giornata di sole ha accolto oltre 11.000 maratoneti a Firenze per la 30^ edizione della Firenze Marathon. Tra gli oltre 9.000 atleti che hanno tagliato il traguardo a Piazza S. Croce, 16 indossavano la maglietta gialla e azzurra di CAT Sport.

Applausi per le nostre rappresentanti femminili! L’esordiente Patrizia Dolores GIACOVELLI, con sua sorpresa, ha chiuso sotto le 4 h in 3:57:15. Risultato pronosticato dal sottoscritto e da Adriano nella cena pre-gara, di cui Patrizia non sembrava molto convinta.

Non contenta di veleggiare nelle posizioni di testa della nostra Classifica di Quantità, Edith VENTOSILLA ha concluso la maratona in 4:03:20.

Ormai lontana dai campi di gara della Capitale, la triatleta Loredana CODA corre ancora per CAT Sport e pur senza allenarsi nella corsa è riuscita a finire appena sopra le 5 ore: 5:04:46

Il primo gatto a tagliare il traguardo è stato Gianluca ARMIERI in 3:06:26 (sono i Real Time) alla sua prima esperienza nella distanza regina. Dopo circa 4 minuti passavano l’arco di arrivo un altro neofita Antonino DI RE (3:10:38) e l’esperto Sergio LUCHETTA (3:10:39).

Adriano BISCUSO era venuto per fare un lungo e non voleva neanche correrla tutta la maratona. Malgrado i primi chilometri in surplace, ha chiuso in progressione con un promettente 3:13:57.

Poco sopra i 5′/Km di media Fabio Massimo CURTI che ha fermato il cronometro su un rotondo 3:36:00, mentre Marco PAPI ha abbattuto il muro delle 3h 40′ finendo in 3:39:43.

Praticamente con lo stesso tempo Real Time hanno chiuso il sottoscritto (Alessandro MORLUPI), 3:53:01 e Mario Giustino MARCHESE (3:53:10).

Attorno alle 4h15′ sono arrivati nell’ordine: Gianmatteo AVANCINI (4:12:22), Francesco VOSO (4:15:44) e Massimo AQUILINI (4:17:45) vittima di dolori gastro-intestinali dovuti all’acqua fredda.

Abbondantemente sotto le 5 ore è giunto al traguardo Andrea CICORIA (4:51:43).

Non è importante se la corri tutta o se ogni tanto cammini, se ci metti 3 o 5 ore, se hai fatto il tuo personale o la peggiore gara della tua vita, tagliare il traguardo di una maratona è sempre un’impresa e rigirarsi tra le mani questa medaglia tra qualche tempo ci porterà alla memoria una bella e assolata giornata di sport.

 

Chi è online

Abbiamo 526 visitatori e nessun utente online

Atleti online

No